Goloso e Curioso
Il Condominio spogliato del possesso di un pianerottolo ha l'onere di provare il suo ius possessionis

Il Condominio spogliato del possesso di un pianerottolo ha l'onere di provare il suo ius possessionis

Il condomino spogliato del possesso di un pianerottolo ha l’onere di provare il suo ius possessionis
Massima Giurisprudenziale - A cura di Fulvio Graziotto - Avvocato in Sanremo (Imperia)
In caso di spossessamento di una parte comune del condominio, suscettibile di un possesso differenziato in base alle utilità esercitate dai condomini, il condomino che agisce a tutela del possesso deve fornire la prova del suo ius possessionis su quella parte comune, non essendo sufficiente il fatto che egli sia un condomino.
Decisione: Sentenza n. 24471/2017 - Cassazione Civile
Classificazione: Civile, Condominio

Massima:
Il ballatoio che è parte comune condominiale è suscettibile di un possesso differenziato a seconda della oggettiva utilità esercitata dai singoli proprietari. In caso di spoglio del possesso, lo spogliato deve fornire prove del suo ius possessionis.

Osservazioni.
La Suprema Corte ha ribadito che anche nel caso di spossessamento di una parte comune del condominio, l’attore deve fornire la prova del suo ius possessionis, che non sussiste automaticamente per il fatto che egli è un condomino, dovendosi accertare se esercita un suo ius possessionis su quella parte comune.

Giurisprudenza rilevante.


Cass. 16496//2005
Cass. 7748/2011



Disposizioni rilevanti.

Codice Civile

Vigente al: 15-12-2017

Art. 1117 - Parti comuni dell'edificio

Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari dei diversi piani o porzioni di piani di un edificio, se il contrario non risulta dal titolo: 1) il suolo su cui sorge l'edificio, le fondazioni, i muri maestri, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni d'ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili e in genere tutte le parti dell'edificio necessarie all'uso comune; 2) i locali per la portineria e per l'alloggio del portiere, per la lavanderia, per il riscaldamento centrale, per gli stenditoi e per altri simili servizi in comune; 3) le opere, le installazioni, i manufatti di qualunque genere che servono all'uso e al godimento comune, come gli ascensori, i pozzi, le cisterne, gli acquedotti e inoltre le fognature e i canali di scarico, gli impianti per l'acqua, per il gas, per l'energia elettrica, per il riscaldamento e simili, fino al punto di diramazione degli impianti ai locali di proprietà esclusiva dei singoli condomini.

Tutti gli articoli >

Editore
Il condominio spogliato del possesso di un pianerottolo ha l'onere di provare il suo ius possessionis

Editore

Editore

Il Giornale del Condominio è uno spazio libero che propone contenuti utili agli amministratori condominiali e ai condomini. 

La filosofia del Giornale è quella di divulgare la conoscenza di esso al maggior numero di persone possibili.
 
Chiunque sia specializzato in tematiche condominiali e chiunque si voglia impegnare assieme a noi nel dare valide informazioni a tutti gli interessati, può scrivere sul Giornale. Le informazioni possono essere anche di natura commerciale.

Inserisci il tuo commento

Titolo
Commento rilasciato da
Email
Commento
Valutazione

Autorizzo al trattamento dei dati personali secondo il Disposto di Legge 196/2003 per essere contattato e ricevere le informazioni da me richieste con la compilazione di questo modulo. Tutela della privacy
Editore

Editore del "Giornale del Condominio" è la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto »